• Home
  • Articoli filtrati per data: Maggio 2018
Articoli filtrati per data: Maggio 2018
Mercoledì, 30 Maggio 2018 09:17

"Pochi ma Boni" a Maragnole di Breganze

Giovedì 21 giugno alle 20.45 in Piazza Mons. Camillo Faresin a Maragnole di Breganze la Compagnia teatrale La Colombara di Breganze ed il Comune di Breganze, in collaborazione con il Circolo Acli di Maragnole ed il Gruppo Festeggiamenti Maragnole organizzano "Pochi ma Boni", commedia brillante in due atti di Loredana Cont, con adattamento e regia di Lorenza Facchin

Pubblicato in Notizie

"Giochiamo insieme senza frontiere senza paure". Il circolo Acli di Maragnole, in collaborazione con il Comune di Breganze, le Associazioni del territorio e con il patrocinio della Regione del Veneto, organizza lo straordinario evento di intergrazione, gioco e cultura "Giochiamo insieme senza frontiere senza paure".

Il programma prevede:

giovedì 14 giugno
alle 20.30 nella Sala Acli di Maragnole la "Serata testimonianza sull'integrazione"

domenica 17 giugno
alle 10.30 "Giochi senza frontiere - 1" al Campo sportivo di Maragnole, con squadre di paesi diversi che si sfidano per divertirsi e conoscersi,
alle 12.45 il "Pranzo multietnico con le squadre" al Bocciodromo di Maragnole ed il pomeriggio
alle 15 "Giochi senza frontiere - 2" al Campo sportivo di Maragnole
alle 18 infine, la premiazione delle squadre che, in caso di pioggia, avrà luogo, come tutto l'evento, nelle strutture del Tennis a Breganze

Pubblicato in Notizie

Le Acli della Zona di Bassano del Grappa, l’Azione cattolica vicariale, il Gruppo missionario di San Giuseppe di Cassola ed il Gruppo scouts, presentano il film-documento su Don Lorenzo Milani: “Barbiana ‘65. La lezione di Don Milani”, presentato alla 74° Mostra internazionale del cinema di Venezia. Unico documento esistente con Don Milani in scena, opera del regista Alessandro D’Alessandro. La proiezione avrà luogo lunedì 11 giugno alle 20.45 nella sala Martinovich di Bassano del Grappa e sarà presentata da Marta Meneguzzo. Il costo del biglietto è di 3 euro

Pubblicato in Notizie
Martedì, 29 Maggio 2018 07:47

Festa del socio Acli di Bassano del Grappa

Domenica 10 giugno a Casa Eger, a San Zenone degli Ezzelini, a partire dalle ore 10 avrà luogo la Festa del socio Acli, l’incontro annuale dei circoli Acli della Zona di Bassano del Grappa. Il programma della giornata, organizzata dal Coordinamento di Zona Acli di Bassano del Grappa, prevede alle 10.30 l’assemblea dei soci Acli dei circoli di Zona, con presentazione delle attività svolte e dibattito; alle 11.30 il saluto del presidente provinciale Acli, Carlo Cavedon; alle 12 la celebrazione eucaristica; alle 13 il pranzo (quota 15 euro) ed alle 15.30 la conclusione delle festa. Si prega di comunicare la propria adesione entro giovedì 7 giugno a: Angelo Rech (0424.878105) e Gianni Bordignon (333.5741316)

Pubblicato in Notizie

Venerdì 25 maggio alle 18.30 in Piazza dei Signori, il presidente nazionale Acli, Roberto Rossini e l'economista Marco Leonardi saranno i protagonisti di una serata sul tema "Una nuova sintassi per il lavoro. La costante trasformazione e i cortocircuiti dell'economia". L'appuntamento, realizzato con la collaborazione delle Acli di Vicenza, si inserisce nell'ambito del Festival Biblico

Pubblicato in Notizie

“Vogliamo essere il sindacato degli anziani e dei pensionati del territorio, sempre più vicini alla gente e pronti a cogliere le richieste degli associati per tradurle in proposte concrete, sia dal punto di vista associativo, sia come istanze rivolte alle istituzioni ai diversi livelli”. Con queste parole il confermato segretario provinciale della Fap Acli di Vicenza, Renzo Grison, con una lunga militanza nelle Acli, dove ha ricoperto vari ruoli, nonché quello di presidente provinciale, ha sintetizzato il proprio impegno, in occasione del IV Congresso provinciale di Vicenza, che ha condiviso il tema nazionale: “Fap Acli un sindacato per gli anziani e i pensionati di oggi e domani, solidale, condiviso e partecipato”.
Il contesto sociale. L’invecchiamento della popolazione, con un significativo aumento dell’aspettativa di vita degli italiani, apre a molti anziani nuove opportunità di vita attiva e costituisce una risorsa per la società, offrendo un contributo di energie ed esperienze del quale la società può valersi. “Tale fatto può comportare, nelle fasi più avanzate degli anni – spiega il neoconfermato segretario provinciale della Fap Acli di Vicenza, la prima federazione italiana dei pensionati Acli, con ben 17 mila associati – anche nuovi problemi e difficoltà, come l'insorgenza di una condizione di fragilità, malattie invalidanti, solitudine, isolamento sociale, fino alla totale non autosufficienza. Tutto questo sta ponendo problemi nuovi alla politica ed alla società, che sono in ritardo ed impreparate a gestire questo mondo articolato e diverso di una parte sempre più consistente della popolazione”.
Serve una nuova cultura della prevenzione della non autosufficienza. La Fap Acli di Vicenza intende fornire un significativo contributo di idee e proposte, che favorisca la formazione di una nuova cultura della prevenzione della non autosufficienza dell'anziano, per evitare che diventi dipendente totalmente, nuovi modelli culturali, progettuali e legislativi che difficilmente la politica, senza lo stimolo e l'apporto delle associazioni di rappresentanza e tutela degli anziani sarà in grado di far propri. “Siamo soprattutto preoccupati – aggiunge il segretario Grison – del fatto che, a fronte della  drastica riduzione dei posti letto ospedalieri effettuata negli anni scorsi in Veneto,  persista una carente o assente attivazione di ospedali di comunità e di residenze sanitarie riabilitative. E dopo la più recente riforma dei servizi sociosanitari territoriali, che porterà ad un risparmio di oltre 90 milioni di euro, la Regione blocca ora l'attivazione delle Medicine di gruppo integrate dei medici di famiglia, che dovevano essere la condizione fondamentale affinché la riforma stessa non fosse fatta sulla pelle dei cittadini, in particolare di quelli affetti da patologie croniche, invalidanti e dei più deboli”.
La povertà, grave emergenza sociale. La povertà colpisce soprattutto i giovani e porta con sé altre conseguenze: dalla povertà scolastica ed educativa, alla difficoltà ad accedere a stili di vita salutari ed anche alle stesse cure mediche. Non meno penalizzati i pensionati, titolari di pensioni appena sopra la soglia di povertà, che nonostante questo rappresentano lo strumento di welfare familiare più efficace. “Temi che hanno da sempre interpellato le Acli – sottolinea il segretario Grison – fortemente impegnate nella gestione di una rete di servizi, con in prima fila il Patronato, a tutela e sostegno dei cittadini e delle fasce di popolazione più deboli ed emarginate. In tal senso è stata determinante l'azione delle Acli nella “Alleanza contro la povertà”, che ha portato all’introduzione del Reddito d’inclusione sociale (Reis). Una riforma necessita di essere completata estendendo la copertura del Reis ed incrementando il contributo economico per raggiungere tutte le famiglie in assoluta povertà, auspicando che chi avrà responsabilità di governo, confermi questo strumento di sostegno sociale”.
Il progetto associativo e sindacale della Fap Acli. “Il recente Congresso provinciale ha dato ulteriore slancio al progetto associativo e sindacale – conclude il segretario Grison – che prevede, tra l’altro, un servizio di front-office e di consulenze, anche telefoniche e/o tramite e-mail, per offrire agli iscritti un accesso prioritario ai servizi previdenziali e fiscali ed un supporto e una tutela nei contatti e rapporti con istituzioni ed enti pubblici o privati. Ma anche la promozione ed organizzazione di attività culturali e formative, di turismo sociale e ricreative. Ha preso avvio, inoltre, un “Osservatorio sociosanitario” dotato di un ufficio di monitoraggio, studio e ricerche delle politiche e degli interventi nazionali, regionali e locali sui temi sociosanitari ed assistenziali nonché un tavolo di ascolto, orientamento e supporto su problematiche sociali, sanitarie, assistenziali ed amministrative, al servizio di anziani, pensionati e famiglie dei nostri territori che si trovino in forte difficoltà e necessità”.

Pubblicato in Notizie

Il Circolo Acli di Breganze, in collaborazione con l'Unità pastorale di Breganze-Maragnole e Grc Solidarietà, organizza per giovedì 17 maggio 2018 alle 20.45 nella Sala Meridiana (sede Acli), in piazza Mazzini 43 a Breganze, una serata sul tema "Il sofferto cammino del Sud Sudan... verso la pace", con la testimonianza di padre Christian Carlassare, missionario Comboniano in Sud Sudan

Pubblicato in Notizie

“Basta con i soldi di papà. Esiste anche l’orgoglio. E non possiamo volere una scuola che promuove il 99 per cento dei giovani, in quanto un’istituzione di questo tipo è tecnicamente fallita. Bisogna ricominciare a vedere i quattro in pagella, perché con le lacrime si cresce. E per questo servono insegnanti che sorridono, non con l’unico obiettivo di andare in pensione. Autonomia, creatività ed autostima dovrebbero essere valutate al pari delle materie tradizionali. Gli insegnanti, poi, vanno rispettati, nel loro ruolo e nelle loro valutazioni, non aspettati fuori da scuola”.

È stato decisamente partecipato ed avvincente l’incontro di venerdì sera sul tema “Il coraggio di educare”, all’Istituto Canova di Vicenza, che ha visto protagonista lo psichiatra Paolo Crepet. Una serata che rientra nell’ambito della programmazione associativa del Sistema Acli 2017/2018, realizzata dalle Acli vicentine in collaborazione con il Punto Famiglia, il Coordinamento dei Circoli Acli della città di Vicenza, la Fap Acli e l’US Acli provinciali, con il patrocinio dal Comune di Vicenza. “Coraggio ed educazione sono due termini di cui dobbiamo riappropriarci.

I figli non crescono come l’insalata. Così non è stato. Ed i risultati sono evidenti e pessimi. Se non lavoreremo sull’educazione – spiega lo psichiatra padovano Paolo Crepet – ci sarà una pericolosa involuzione, che inciderà sul futuro della nostra comunità. Ed il futuro non sono i nostri figli, ma i nostri nipoti. A loro dobbiamo cercare di dare qualche privilegio”.

Critiche anche per i “giovani dello spritz”, ma soprattutto rivolte ai genitori: “siamo noi che sbagliamo. Dobbiamo far mancare qualcosa ai figli, per far maturare in loro il desiderio di andare in cerca di questo. Coraggio e passione hanno un effetto terapeutico, perché facendo le cose con passione non si avverte più la fatica”.

La decrescita felice? Non è altro che una pura illusione. E la politica? “Dovrebbe occuparsi effettivamente delle sorti del nostro Paese e degli italiani – chiosa Crepet – a prescindere da chi sarà al governo”.

La formazione sarà al centro del futuro. “Studiare è un lavoro, quindi bisogna farlo con dedizione e profitto. I genitori non sono sponsor e neppure bancomat. Tra i giovani di oggi – aggiunge Crepet - sono sempre di più coloro che hanno solo pretese e non fanno nulla. Noi genitori dobbiamo cominciare a non dare più tutto. Solo così possiamo sperare che nasca in loro il desiderio, che è il motore della vita, produce le passioni, quindi un progetto di vita. Il coraggio di educare non è dare, dare e dare, ma togliere. Non dobbiamo avere come obiettivo un figlio fotocopia. L’isolamento perché manca qualcosa è pura fantasia. Se mancano delle cose i figli maturano altre sensibilità ed il loro talento viene fuori”. Gli esempi concreti non mancano: dalla sveglia al mattino allo zainetto preparato al posto dei ragazzi.

L’ultimo consiglio: “l’educazione non è democratica. I figli non contano quanto i genitori – conclude Crepet – che  devono svolgere il proprio ruolo di capitano, non sottomettersi pensando di farli felici”.

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 02 Maggio 2018 09:14

Il coraggio di educare

“Il coraggio di educare” è il tema della serata in programma venerdì 11 maggio alle 20.30 all’Istituto tecnico tecnologico e Liceo Artistico “A. Canova” di Vicenza in Viale Astichello, 195, che vedrà protagonista lo psichiatra Paolo Crepet.

L’incontro rientra nell’ambito della programmazione associativa del Sistema Acli 2017/2018, realizzata dalle Acli vicentine in collaborazione con il Punto Famiglia, Circoli Acli locali, la Fap Acli e l’US Acli provinciali e rappresenta un’opportunità per la cittadinanza.

Nel caso specifico, è coinvolto il Coordinamento dei Circoli Acli della città di Vicenza, da anni attivo nel territorio cittadino, dove promuove iniziative culturali e formative, e l’incontro è stato patrocinato dal Comune di Vicenza

Pubblicato in Notizie

“Il consumo del suolo nel Veneto e nella nostra provincia: situazione e prospettive future” è il tema della serata in programma giovedì 17 maggio alle 20.30 nella Casa del Giovane (Sala Acli) in Piazza Silva n. 56 a Marano Vicentino, che vedrà protagonista Paolo Giandon, responsabile del Servizio Osservatorio Suolo e Bonifiche dell’Arpav.

L’incontro rientra nell’ambito della programmazione associativa del Sistema Acli 2017/2018, realizzata dalle Acli vicentine in collaborazione con il Punto Famiglia, Circoli Acli locali, la Fap Acli e l’US Acli provinciali e rappresenta un’opportunità per la cittadinanza.

Nel caso specifico, è coinvolto il Circolo Acli di Marano Vicentino, da anni attivo nel territorio, dove promuove iniziative culturali e formative. Il Comune di Marano Vicentino ha patrocinato l’evento

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2