• Home
  • Notizie
  • Giornata internazionale della donna - 8 Marzo 2009
Sabato, 07 Marzo 2009 14:25

Giornata internazionale della donna - 8 Marzo 2009

Documento elaborato dal Coordinamento donne delle Acli di Vicenza

Ciò che colpisce nell’esistenza di moltissime donne è il grandioso svolgersi delle loro vite. Vite semplici, vite umili o vite di valore che hanno in comune quel lento processo di crescita ed evoluzione personale che ognuna delle loro protagoniste ha dovuto mettere in atto in contesti sociali spesso estranei ed a loro conflittuali. La presenza delle donne da protagoniste nella società è ormai una realtà consolidata. Le norme giuridiche italiane, e quelle comunitarie, danno risalto a tale circostanza ormai da molti anni. Spesso l’implementazione di questi principi si imbatte nella dicotomia di ruoli che ogni donna è chiamata a risolvere. È un dato assoluto che uomini e donne non hanno lo stesso trattamento (specialmente in materia di lavoro), ed è un’evidenza che queste ultime vedano spesso impedito il libero spiegarsi delle proprie capacità e le pari opportunità. Solo formalmente trova applicazione il principio giuridico che vuole l’eguaglianza tra i generi e che vieta qualsiasi discriminazione fondata sul sesso. Ancora oggi la disparità è un cardine delle nostre società, discriminazioni dirette o indirette ostacolano la realizzazione personale e professionale di molte donne in tutto il mondo, sebbene con effetti differenti. Come donne, e come donne lavoratrici, riponiamo speranza nella realizzazione di azioni positive che rimuovano gli impedimenti che di fatto ostacolano la realizzazione di pari opportunità ed assicurino la concessione di vantaggi che colmino il gender gap al fine di costruire una società al cui interno uomini e donne possano dare il proprio contributo nel rispetto delle loro diversità ed in uno spirito solidale. Come donne ed acliste in occasione della commemorazione della Giornata internazionale della donna ci sentiamo vicine a tutte le donne che come noi vivono la sfida del quotidiano e cercano di superare con coraggio le complessità del nostro tempo. Il nostro pensiero va a tutte le donne che incontriamo ogni giorno. Il nostro sentito augurio va alle nostre associate, a tutte le donne lavoratrici, alle madri, alle donne straniere presenti nei nostri territori, alle collaboratrici familiari che ci aiutano nella gestione delle nostre famiglie, alle donne sfruttate ed umiliate, con la speranza che trovino in noi un volto solidale. Il nostro incoraggiamento va alle giovani, chiamate oggi a costruire il loro futuro di donne di domani. Il nostro abbraccio va alle donne vittime di violenza, perché il loro dolore non venga strumentalizzato, perché le loro sofferenze siano le sofferenze di tutte le donne.

Letto 514 volte